La FARE pone a confronto le stazioni appaltanti sulla declinazione della qualità

Le Stazioni Appaltanti italiane, già presenti al primo appuntamento FARE (lo scorso 17 maggio a Firenze) sulla declinazione della qualità nei capitolati di gara dei dispositivi medici, sono tornate ad incontrarsi (il 29 novembre, sempre a Firenze) e a confrontarsi sul tema nella sua accezione più specifica: Prodotto-Servizio.

Come emerso dalle relazioni, l’applicazione dei servizi accessori alla fornitura di beni sanitari, nella combinazione prodotto-servizio, può essere valorizzata nell’ambito della procedura di gara sia per il farmaco che per il dispositivo medico, ma non senza uno sforzo di coniugazione tra procedure abituali e volontà di innovazione delle stesse, in particolare nell’approccio alla gara, vista la complessità del servizio.
La Tavola rotonda con tutti gli stakeholders ha sottolineato la estrema necessità di coinvolgere maggiormente le aziende sanitarie, i produttori e i pazienti nella definizione del servizio.

Per un approfondimento su questo evento si rimanda alla monografia in corso di pubblicazione, dell’Agenzia Helaglobe, che sarà scaricabile a richiesta dal sito di www.fareonline.it

Claudio Amoroso