Ddl Lorenzin, riprendono i lavori

Sono da poco ripresi, in Commissione Affari Sociali della Camera, i lavori intorno al Ddl Lorenzin in tema di Ordini professionali e sperimentazioni cliniche. Lo scorso 12 settembre è stato depositato un emendamento contenente una nuova riformulazione dell’articolo 3 riguardante le procedure di individuazione ed istituzione di nuove professioni sanitarie. In particolare, nel nuovo testo si spiega che le associazioni interessate al riconoscimento potranno inviare un’istanza motivata al Ministero della salute che si pronuncerà entro i successivi sei mesi. In caso di valutazione positiva, l’istituzione di nuove professioni sanitarie verrà effettuata, previo parere tecnico-scientifico del Consiglio superiore di sanità, mediante uno o più accordi, sanciti in sede di Conferenza permanente Stato Regioni, e previa deliberazione del Consiglio dei ministri. Gli accordi dovranno individuare il titolo professionale, l’ambito di attività di ciascuna professione, i criteri di valutazione dell’esperienza professionale nonché i criteri per il riconoscimento dei titoli equipollenti. Con decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro della salute, acquisito il parere del Consiglio universitario nazionale e del Consiglio superiore di sanità, verrà poi definito l’ordinamento didattico della formazione universitaria delle nuove professioni sanitarie.

 

Testo emendamento Marazziti