Transparency International: “Urgente curare la corruzione in sanità”

Brutte notizie arrivano dai dati del nuovo report “Curiamo la Corruzione” di Transparency International, presentato a Roma il 6 aprile: se da un lato, dicono da Transparency, sta migliorando la capacità di intervento, dall’altro la corruzione è ancora un fenomeno piuttosto radicato nel settore sanitario italiano. Il progetto, in partnership con Censis, ISPE Sanità e RiSSC, ha permesso di approfondire la conoscenza dei rischi di corruzione, attraverso tre distinte analisi. Un’analisi di percezione, una di valutazione dei rischi e una su sprechi e inefficienze.
Corruzione in un’azienda su 4…
Iniziamo con il dire che i dati sono tutt’altro che confortanti: nell’ultimo anno, in un’azienda su quattro si è registrato almeno un episodio di corruzione. Questo il dato che emerge dall’indagine condotta da Censis sulla percezione da parte dei Responsabili per la Prevenzione della Corruzione di 136 strutture sanitarie. Gli ambiti maggiormente a rischio risultano essere quello degli acquisti e delle forniture, le liste di attesa e le assunzioni del personale.

Oltre la metà delle strutture senza piani adeguati contro la corruzione

L’analisi dei Piani anticorruzione di tutte le aziende sanitarie condotta da RiSSC rivela che il 51,7% delle strutture non ha adottato Piani anticorruzione adeguati.
Per quanto riguarda invece l’analisi dei conti economici, ISPE-Sanità ha stimato che circa il 6% delle spese correnti annue del SSN siano riconducibili a sprechi e corruzione. La situazione dunque non è chiaramente rosea, ma un miglioramento c’è. Il 93,3% delle aziende sanitarie ha infatti già reso disponibili dei sistemi di raccolta delle segnalazioni di corruzione e il 79,4% delle strutture ha adottato i Patti d’Integrità, infine, il 90,4% ha intrapreso percorsi di formazione rivolti al personale.

Cosa fare?

Tra le misure da adottare, si segnalano il whistleblowing e una più corretta formazione e sensibilizzazione dei dipendenti. Il coinvolgimento della società civile è un ulteriore elemento per combattere il fenomeno.

 

Link Transparency

https://www.transparency.it/corruzione-in-sanita-migliora-la-capacita-di-intervento-ma-ci-vuole-piu-formazione/