AGENAS entra nell’Osservatorio europeo sui sistemi sanitari

Prende avvio la collaborazione tra AGENAS e l’“Osservatorio europeo sui sistemi sanitari e sulle politiche sanitarie” (European Observatory on Health Systems and Policies), direttamente collegato con l’Ufficio regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS/Europe). L’Osservatorio – braccio operativo dell’OMS – nasce dalla cooperazione tra i Governi dei Paesi europei, le Agenzie internazionali dell’ambito della salute e il mondo accademico, con il compito di supervisionare il funzionamento dei sistemi sanitari, ma anche di elaborare linee guida per la gestione globale della sanità. Lo scopo di questo network internazionale non si ferma al semplice confronto tra Paesi, ma mira a uniformare i sistemi sanitari europei sia sotto l’aspetto tecnico, tramite la condivisione dei protocolli d’intervento, sia sotto quello formale, facilitando la mobilità dei medici e dei pazienti nei Paesi dell’Unione europea.

“La partecipazione di AGENAS all’Osservatorio – dichiara il Direttore Generale Domenico Mantoanrappresenta una straordinaria opportunità di confronto a livello internazionale con i migliori policy-maker e professionisti della salute per approfondire le politiche di riforma e di ammodernamento del nostro sistema sanitario. Non solo, il network a disposizione permetterà di implementare a livello territoriale soluzioni di presa in carico dei pazienti sempre più efficaci ed efficienti. Sono certo – prosegue Domenico Mantoan – che grazie alla sua funzione di filtro e cerniera tra il livello nazionale e quello regionale, AGENAS costituirà un importante interlocutore per l’Osservatorio sia per un trasferimento delle buone pratiche che per sviluppare sistemi sanitari europei sempre più omogenei.

Dello stesso avviso anche il Presidente di AGENAS – Prof. Enrico Coscioni – che sottolinea come “la collaborazione con l’Osservatorio europeo sui sistemi sanitari e sulle politiche sanitarie è un importante risultato raggiunto dall’Agenzia. Sono molto soddisfatto perché da oggi, dunque, si arricchisce con nuove attività e servizi la capacità di supporto tecnico-operativo che AGENAS offre alle Regioni e Province autonome”.

Fonte: Age.na.s.